Il lago d’Orta – Cosa vedere a pochi passi da Verbania

Isola di San Giulio - San Giulio - Orta San Giulio

Il lago d’Orta è un piccolo specchio d’acqua di appena 15 chilometri di lunghezza e 2 di ampiezza di rara bellezza, in Piemonte a pochi passi da Verbania ed il Lago Maggiore. Cosa vedere sul Lago d’Orta?

Il lago d’Orta è un piccolo diamante incastonato tra boschi e montagne che in autunno si colorano di mille colori. Considerata una delle destinazioni più apprezzate del Piemonte, a cavallo tra il Verbano ed il Novarese, offre una natura spettacolare e dei borghi romantici e balconi panoramici indimenticabili.

Nato dal Ghiacciaio del Sempione, Orta ed il suo Lago distano appena mezz’ora da Verbania e dal Lago Maggiore ed è una meta perfetta per trascorrere del tempo di totale relax, lontano da qualsiasi fonte di stress della vita quotidiana: ecco le tappe da non perdere per chi vuole vivere un percorso davvero romantico.

Prima di proseguire ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER per ricevere gli articoli comodamente sulla mail!

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la
Privacy Policy

Che cosa vedere sul Lago d’Orta

lago d’Orta cosa vedere? Ecco l’elenco che vi proponiamo delle 5 luoghi assolutamente da vedere se vi trovate uno o più giorni sul Lago d’Orta. Da Orta San Giulio al Sacro Monte.

1. Orta San Giulio

Orta San Giulio è uno dei borghi più belli d’Italia. Una semplice occhiata appena arrivati e si capisce facilmente il perché. Un borgo ricco di vicoli e strade rilassanti e romantiche in cui passeggiare. Orta San Giulio è una tappa immancabile per scoprire il fascino del Lago d’Orta.

Perdersi tra le viuzze ricche di palazzi signorili, eleganti portici, botteghe artigiane e taverne locali. Questo è il modo migliore per godersi Orta S. Giulio nel modo migliore, al mattino ancora meglio.

Cuore del borgo è la pittoresca e colorata Piazza Motta che ospita il bel Palazzo Broletto impreziosito da affreschi e torre campanaria. Non perdetevi una sosta anche a Villa Bossi, sede del Municipio affacciata sul lago, e l’incantevole Chiesa di Santa Maria Assunta del 1485.

Prima di andare via da Orta San Giulio concedetevi una passeggiata e una sosta nel giardino di Villa Bossi, sede del Municipio, che si affaccia proprio sul lago.

Da Orta potete anche prendere e a piedi camminare costeggiando il lago facendo una meravigliosa passeggiata che potenzialmente può essere fatta intorno all’intero Lago d’Orta.

Per tutte le informazioni su questo comune vi lasciamo il link al sito del comune di Orta.

Leggi il nostro articolo sulle ville del Lago Maggiore

Orta San Giulio - Lago d'Orta - Orta S. Giulio - Istanti in viaggio

2. Isola di San Giulio

L’Isola di San Giulio è forse l’immagine più famosa e fotografata del Lago d’Orta. Questa isola, esattamente di fronte a Orta San Giulio è il vero tesoro del Lago d’Orta.

Un paradiso di pace raggiungibile in pochi minuti a bordo di piccole imbarcazioni. Un’unica strada segue il perimetro dell’isola del silenzio – intorno al monastero femminile si snoda il Percorso del Silenzio, una sfilata di dimore, palazzi, cortili e splendidi giardini.

É meglio godersi questo posto in orari o periodi con minor afflusso di turisti o il silenzio non sarà sicuramente l’elemento che percepirete.

Oggi abitata da suore di clausura benedettine, l’isola si San Giulio a Orta era in origine un possedimento del ducato longobardo e, in seguito, dei vescovi di Novara.
Se scegliete di fermarvi per cena potrete godervi il tramonto sul lago, cenando nell’unica osteria che c’è. Il menù generalmente offre pesce di lago: persico, luccio e salmerino. Ricordatevi di prenotare da terra un motoscafo che vi venga a prendere perché i battelli di linea non fanno servizio serale.

Isola di San Giulio - Orta San Giulio - Lago d'Orta - Orta S. Giulio - Istanti in viaggio

3. Basilica di San Giulio

Lago d’Orta, cosa vedere? Gioiello romanico dell’isola è la basilica di San Giulio, con facciata e scalinata che danno direttamente sulle acque. Apprezzabili all’interno dipinti e affreschi di varie epoche e celebre è l’ambone in serpentino d’Oira, una pietra dal particolare colore verde estratta nella zona, risalente al XII secolo. L’abside conserva le parti più antiche del complesso, mentre le tre navate, le due torrette che sovrastano la facciata e il campanile, distaccato dalla chiesa, risalgono invece al periodo compreso tra il X ed il XII secolo. San Giulio è sepolto all’interno della basilica e le sue spoglie sono custodite in un’urna del XVII secolo nella cripta sotto l’altare maggiore.Ritorno ad Orta dopo una nuova gita sulle acque del lago, spingendosi con lo sguardo verso il santuario della Madonna del Sasso, il porticciolo di Pella e la lontana Torre di Buccione, situata sulla cima di una collina nella zona sud del Cusio.Cena con un assaggio di pollo con acciuga e olio tartufato ed un piatto di lasagnette con formaggi di capra della valle Strona.

Leggi il nostro articolo su come fotografare l’autunno!

4. Riserva Naturale del Sacro Monte di Orta

Situato nella zona collinare, che sovrasta il borgo di Orta San Giulio, si trova la Riserva Naturale del Sacro Monte, uno dei nove Sacri Monti alpini di Piemonte e Lombardia considerati Patrimonio dell’umanità. Il percorso, immerso in un meraviglioso bosco di faggi, pini, siepi di lauro e bosso, è composto da venti cappelle dedicate a episodi della vita di San Francesco d’Assisi e culmina sul sagrato della Chiesa di San Nicola di Mira.

Se ti è piaciuto il tema del Sacro Monte, leggi l’articolo sul Sacro Monte di Ghiffa

Sacro monte Orta - Orta San Giulio - Patrimonio Unesco

5. Santuario della Madonna del Sasso

Cosa vedere sul lago d’Orta? Ecco una meta da non perdere, ma sperate nel bel tempo e nel cielo terso, se come noi vi capita di arrivare qui ed avere la foschia sul lago d’Orta, purtroppo non avrete una grande soddisfazione. Questo Santuario è meraviglioso ed offre una delle viste più belle della zona.

Nel territorio del borgo di Boleto, su uno sperone granitico a strapiombo sul Lago d’Orta, svetta lo spettacolare Santuario della Madonna del Sasso. Soprannominato il Balcone del Cusio, il piazzale antistante la chiesa offre una visione incantevole su tutto il bacino. Il santuario, di origine barocca, fu ultimato nel 1748 e vanta una cupola affrescata dal pittore e scultore Lorenzo Peracino e, all’interno, la Deposizione di Cristo di Fermo Stella da Caravaggio, discepolo di Gaudenzio Ferrari.

Madonna del Sasso - Orta San Giulio - Lago d'Orta - Orta S. Giulio - Istanti in viaggio

Siete mai stati sul Lago d’Orta? Avete mai visitato Orta San Giulio? Fatecelo sapere nei commenti e ricordatevi, iscrivetevi alla newsletter!

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la
Privacy Policy

Rispondi