Weekend a Siena – Ecco cosa vedere a Siena in tre giorni

Siena - Siena da visitare - cosa vedere a siena - istanti in viaggio -

Cari lettori, torniamo a scrivere sulle nostre pagine bianche per raccontarvi del nostro bellissimo fine settimana nella città toscana di Siena. Ecco cosa vedere a Siena in tre giorni.

Prima di raccontarvi la nostra esperienza, volevamo ringraziare il Comune di Siena, la Direzione Turismo e Commercio, l’ufficio del turismo e Siena Comunica per la loro disponibilità, gentilezza ed i preziosi consigli forniteci in questi mesi. 

Come tanti di voi, abbiamo approfittato del ponte di novembre per trascorrere qualche giorno fuori porta.

Siamo partiti giovedì 31 novembre da Milano per essere poi attivi e pronti a visitare la città già dalla mattina di venerdí. 

Visitare Siena in tre giorni – I Musei

Siena è una città ricca di attrazioni artistiche, culturali e naturali: dal polo museale, alle incantevoli colline della Val d’Orcia, all’enogastronomia e tanto altro.

Abbiamo trascorso tre giorni meravigliosi e siamo sicuri che ripeteremo l’esperienza prossimamente, magari in un’altra stagione, per godere di nuovi profumi e panorami.

La città è un piccolo gioiello che racchiude al suo interno un ricco patrimonio artistico e culturale. Proprio per questo motivo nel 1995 la città è stata riconosciuta come Sito UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

Quale museo visitare? C’è solo l’imbarazzo della scelta, ma se avete programmato un soggiorno di qualche giorno a Siena, allora la risposta è semplice : l’intero polo museale dell’acropoli. Quest’ultimo rappresenta il cuore pulsante della storia della città e si sviluppa nel Duomo di Siena e dei suoi edifici all’intero della piazza.

Il Comune di Siena, insieme all’Opera della Metropolitana di Siena, ente che si occupa della tutela, promozione ed amministrazione del complesso della Cattedrale, propone ai suoi visitatori l’acquisto di un biglietto cumulativo, valido per tre giorni dalla data di acquisto e che consente l’accesso a più aree museali. É possibile scegliere tra due tipologie di biglietto:

  • Acropoli PASS – OPA SI PASS con il quale si ha il diritto di visitare il Duomo con l’annessa Libreria Piccolomini, il Museo dell’Opera, il Facciatone, il Battistero di San Giovanni, la Cripta, e l’intero complesso di Santa Maria della Scala
  • Acropoli Pass + PORTA DEL CIELO – all inclusive: con il quale, oltre a quanto citato per il primo biglietto, sarà possibile accedere al tetti del Duomo accompagnati da personale addetto alla sicurezza. I tour partono ogni 30 minuti seguendo gli orari di apertura della Cattedrale.

Oltre al Pass, vi consigliamo l’acquisto del biglietto di ingresso per il Museo Civico. Situato al primo piano del Palazzo Pubblico, il Museo Civico ospita dei veri e propri capolavori della storia dell’arte italiana.

All’acropoli di Siena ed al Museo Civico dedicheremo un’intero articolo, per potervi raccontare nel dettaglio le meraviglie che si sono aperte davanti ai nostri occhi.

Museo civico - Siena - Siena da visitare - cosa vedere a siena - istanti in viaggio -

Siena e dintorni

Se siete a Siena per tre giorni, dedicatene uno per visitare le sue zone limitrofe, non ve ne pentirete. Di fronte a voi si apriranno sempre scenari paesaggistici suggestivi: castelli, colline e borghi antichi.

Nonostante il meteo non sempre clemente, abbiamo deciso di dedicare una giornata a due destinazioni situate rispettivamente a soli 30 minuti di auto a sud e a nord di Siena: San Galgano con la sua Abbazia e l’eremo di Monte Siepi e il borgo medievale di Colle Val d’Elsa.

Dedicheremo un articolo speciale a questi due luoghi in quanto tappe imperdibili durante un soggiorno senese e per condividere con voi la nostra esperienza.

Dove dormire a Siena

La città di Siena offre diverse soluzioni di accomodation: alberghi di lusso, appartamenti, residenze storiche e b&b. Noi abbiamo soggiornato presso l’Hotel Alma Domus, struttura ricettiva ubicata in una posizione privilegiata e centrale, un tempo parte dell’antico complesso del Santuario di Santa Caterina. Alcune camere della struttura, come la nostra, hanno un piccolo balcone e godono di una spettacolare vista sul centro storico della città e sul Duomo. Indescrivibile è l’emozione provata nel vedere l’alba sulla cupola del Duomo e sulla Torre del Mangia di Piazza del Campo dalla finestra della nostra camera.

Leggi anche il nostro articolo sulla fotografia in città

Siena - Siena da visitare - cosa vedere a siena - istanti in viaggio -

Siena da gustare – Dove mangiare a Siena

Tante sono le soluzioni per un pranzo o una cena a Siena. Il primo giorno di visita, durante l’ora di pranzo, ci siamo imbattuti in un piccolo locale, ma dalla forte impronta senese: Du cose da Berna ( qui le recensioni di Trip Advisor). In questo locale del centro di Siena è possibile degustare panini gourmet (focaccia) farciti con prodotti dal sapore sublime ed autentico delle terre toscane. Il tutto accompagnato un ottimo calice di vino. Quando qualità e quantità abbondano è sempre un ottimo segnale. Inutile dire che ci siamo tornati anche sabato a pranzo!

Soprattutto in periodi di alta affluenza, vi suggeriamo di prenotare con un po’ di anticipo un locale per la sera. Per noi, riuscire a prenotare un tavolo per due persone per la sera stessa è stata davvero un’avventura! Venerdì pomeriggio quindi, ormai preparati, abbiamo prenotato per la cena di sabato.

La prima sera, dopo aver perso quasi le speranze nel trovare un locale che potesse accoglierci, ci siamo imbattuti nel ristorante La Compagnia dei Vinattieri. Una piacevole scoperta di eleganza e delicatezza dei sapori della cucina senese. Questo ristorante è noto anche per la sua cantina di vini pregiati. Voto? 10!

La seconda sera siamo stati dai simpaticissimi proprietari dell’Osteria il Carroccio. Un ambiente informale in cui trascorrere una piacevole serata accompagnati dai piatti della tradizione toscana e senese. Se volete respirare il vero profumo della Toscana, prenotate un tavolo qui!

Du cose da Berna - Siena - Siena da visitare - cosa vedere a siena - istanti in viaggio -

Dove parcheggiare a Siena?

Ebbene sì, Siena è una di quelle città in cui è bene domandarsi in anticipo dove parcheggiare l’auto. La parte storica di Siena è interamente e giustamente, una zona ZTL. Noi, per comodità, abbiamo lasciato l’auto al parcheggio pubblico gratuito Il Campino in Viale Vittorio Veneto, ma qui non si è sempre fortunati nel trovare un posto. Lungo tutta l’area che costeggia lo Stadio, è possibile trovare parcheggi liberi (ma attenzione al lavaggio strade!). Se invece volete andare sul sicuro, intorno alla città ci sono molti parcheggi a pagamento in cui lasciare la macchina.

Questa cartina vi aiuterà per trovare i parcheggi attorno alla città di Siena.

Siete mai stati a Siena? Fatecelo sapere nei commenti!

Iscrivetevi alla newsletter per non perdere i nostri prossimi contenuti.

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la
Privacy Policy

Rispondi