Sui sentieri della Valle Antrona: Lago di Antrona e Campliccioli

diga di Campliccioli - campliccioli - lago di campliccioli - valle antrona - antronapiana - lago di antrona - istanti in viaggio

In collaborazione con l’ente Parchi Veglia Devero e Antrona abbiamo il piacere di portarvi a conoscere uno dei parchi naturali del Verbano Cusio Ossola: la Valle Antrona.

Con piacere abbiamo accettato l’invito di fare un’escursione in Valle Antrona. Un territorio ricco di meraviglie da scoprire che offre passeggiate suggestive e paesaggi naturali che lasciano a bocca aperta.

Il parco naturale dell’Alta Valle Antrona è un’area naturale protetta di alta montagna in parte confinante con la Svizzera.

L’area del parco si estende per 7.444 ettari tra i Comuni di Antrona Schieranco e Viganella, in Provincia del Verbano-Cusio-Ossola.

L’obiettivo dell’Ente, oltre a promuovere la destinazione parco e le sue infinite bellezze e risorse, è quello di tutelare l’ambiente e i suoi “abitanti”.

Grazie alla conformazione fisica del territorio, diviso tra montagne e corsi d’acqua, la Valle Antrona rappresenta il luogo ideale per trascorrere intere giornate all’aria aperta e godere di passaggi verdeggianti.

Da Antronapiana dove possiamo lasciare gratuitamente la macchina all’arrivo, partono una serie di sentieri che si diramano lungo tutta la valle offrendo così percorsi con diversi livelli di difficoltà.

Noi di Istanti in Viaggio abbiamo optato per un percorso ad anello di 12 km e circa 650 metri di dislivello che parte dal lago di Antrona fino al lago di Campliccioli. Antronapiana ( 910 m s.l.m.) – lago di Antrona (1073 m s.l.m.) – lago Campliccioli (1352 m s.l.m.)

Prima di proseguire, se ti piacciono i nostri articoli, lascia la tua mail in modo che ti arrivi comodamente un aggiornamento settimanale di ciò che pubblichiamo!

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la
Privacy Policy

Valle Antrona: Il lago di Antrona

Il lago di Antrona è un lago naturale originatosi il 27 luglio 1642 per una frana di enormi proporzioni che si staccò dal versante sinistro della valle (Cima di Pozzuoli). La massa di roccia ricoprì tutto il fondovalle per oltre 2 km, fino alle porte del paese di Antronapiana. Il lago nacque così dall’ostruzione del corso d’acqua.

Il giro del lago è una camminata di facile percorrenza, adatta soprattutto a chi vuole concedersi una passeggiata immerso a betulle e larici, lungo un lago suggestivo che offre vari punti dove fermarsi per mangiare e riposarsi in totale relax.

Per il nostro percorso abbiamo deciso, prima di approcciarci alla salita per il lago di Campliccioli, di fare l’intero giro del lago facendo un giro in senso orario completo fino ad arrivare sotto la meravigliosa cascata del Sajont.

Un breve sentiero di sali e scendi ci porta proprio sotto alla parete di roccia della cascata del Sajont. Un’ incredibile vista sul Lago di Antrona e sulle montagne circostanti vi lascerà a bocca aperta anche grazie al camminamento di recente manutenzione che vi permetterà di attraversare la parete di roccia divisa dalla cascata. La cascata del Sajont vi lascerà davvero ammaliati.

Superata la cascata, si può decidere se rientrare verso Antronapiana o se, come noi, iniziare la salita verso la diga di Campliccioli.

Non perdetevi gli altri nostri articoli sulle meraviglie del lago Maggiore e dei suoi dintorni

Valle Antrona: la diga di Campliccioli

Superata la cascata si prosegue lungo un breve sentiero di sali e scendi che vi condurrà alla diga di Campliccioli.

Se capitate al lago di Campliccioli proprio durante la pausa pranzo, vi suggeriamo di concedervi una pausa sul manto erboso che costeggia il lago. Da qui potrete ammirare i molteplici colori dell’acqua e del territorio circostante.

I colori di questo lago sono davvero incredibili, non potete che fermarvi a contemplare questo panorama accompagnati dal suono dell’acqua che scorre lungo le cascate circostanti.

diga di Campliccioli - campliccioli - lago di campliccioli - valle antrona - antronapiana - lago di antrona - istanti in viaggio

Valle Antrona: alpe Granarioli

Proseguendo il percorso e costeggiando il lago della diga di Campliccioli, si sale in direzione della diga del Cingino. Diga famosa per gli “stambecchi acrobati” (ghiotti di sale arrivano ad arrampicarsi sulle ripidissime pareti della diga). Lungo questo percorso vi troverete facilmente a passare in mezzo alle mucche, soggetto perfetto di simpatiche foto (SENZA IMPORTUNARLE!).

Lungo il percorso per fare il giro del lago di Campliccioli, addentrandoci nel cuore della Valle Antrona, si arriva all’alpe Granarioli a 1412 m s.l.m.

Ad attenderci qui una statua in legno dedicata ai bambini che hanno lavorato negli alpeggi. Qui troviamo una serie di case in sasso e legno che rendono l’atmosfera fiabesca che ti catapulta in un’altra epoca.

Superato il piccolo ponticello di legno si prosegue lungo il sentiero che vi condurrà dall’altra sponda del lago. Qui, in questo ultimo tragitto, si prosegue lungo un sentiero di vecchie rotaie costruite dall’Enel ai tempi della costruzione della diga.

valle antrona - alpe granarioli - istanti in viaggio - lago di antrona - campliccioli

Una volta raggiunta di nuovo la diga, si prosegue per un breve tratto lungo la strada asfaltata per poi riprendere il sentiero che riporta al Lago di Antrona.

Rientrati al Lago di Antrona ci siamo concessi anche un bel pediluvio rinfrescante immergendo i piedi nelle fresche acque di montagna. Qui potrete anche vedere tantissimi pesci nuotarvi intorno!

Non essendo un’escursione troppo impegnativa, è davvero consigliata. I panorami sono incantati e lasciano davvero sbalorditi.

Non dovrebbe servire ma noi, comunque ve lo ricordiamo. Ogni escursione deve essere fatta nel rispetto della natura che ci ospita. Ciò che si porta deve essere poi riportato indietro, cercando di non disperdere nell’ambiente rifiuti! L’intero parco è un gioiello da rispettare e valorizzare.

Un ringraziamento va all’Ente Parchi Veglia Devero Antrona – Aree Protette Ossola di cui vi linkiamo la pagina Facebook. Qui troverete tutte le informazioni relative ad eventi, escursioni e non solo!

Prossimamente vi racconteremo altro sulla Valle Antrona, per ora vi ricordiamo di lasciarci la mail per rimanere sempre aggiornati sui nostri contenuti!

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la
Privacy Policy

Rispondi