Visitare Berlino in tre giorni

Porta di Brandeburgo - Berlino - Visitare Berlino - Istanti in viaggio

Capita che girando sui siti come SkyScanner ci imbattiamo in prezzi di voli davvero imperdibili! Così è stato per Berlino, così per poche decine di euro ci siamo fatti un week end in una delle città più affascinanti d’Europa. Ma come visitare Berlino in pochi giorni?

Come cerchiamo sempre di fare, la partenza è stata molto presto ma questo ci permette di sfruttare l’intera giornata della partenza per iniziare a gustarci la destinazione.

Alle 5.45 eravamo già in partenza da Orio e alle 8.30 abbiamo toccato il suolo Tedesco.
Arrivare dall’aeroporto di Berlino Schoenefeld al centro della città è molto semplice. Proprio all’uscita dell’aeroporto infatti si trova la fermata dei treni metropolitani. Il costo del biglietto varia a seconda delle zone ma se avete a disposizione 3 giorni vi converrà prendere il biglietto turistico valido 48 o 72 ore che vi permetterà di viaggiare in tutte le aree di Berlino coperte dalla metropolitana. Il costo è di 20€ per il 48h e di 29€ per quello da 72h, con possibilità di aggiungere l’ingresso ai musei per un totale di 46€.

Prima di andare avanti iscriviti alla newsletter

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la
Privacy Policy

Reichstag - Berlino - Visitare Berlino - Istanti in viaggio

Scopri il nostro articolo sull’attrezzatura fotografica da portare in vacanza

Visitare Berlino: il primo giorno

Una volta arrivati all’albergo e sistemati ci siamo lanciati alla scoperta della città girando in lungo e in largo. La prima tappa dove ci siamo diretti è stata Alexander Platz, la piazza centrale di Berlino, che i cittadini di Berlino chiamano semplicemente Alex. A vederla così la piazza sembra abbastanza anonima ma è comunque una delle principali della città. La piazza fu distrutta dalla guerra e poi ricostruita così come la vediamo oggi. Il suo simbolo è la Torre della televisione che grazie alla sua altezza si vede da quasi da tutti i lati di Berlino.

La seconda tappa della giornata è stata l’area della East side Gallery, dove resta la maggior porzione in posizione originale del muro di Berlino. L’East Side Gallery, tra il ponte Oberbaum (Oberbaumbrucke) e la stazione (Ostbanhof), è tappa obbligata per chi vuol approfondire il contributo fornito dalla street art al racconto della riunificazione tedesca.
Abbiamo costeggiato il muro passeggiando per le strade della città dirigendoci fino a Check point Charlie, un posto di blocco che divideva le due Germanie e che poteva essere al tempo attraversato solo da forze armate, diplomatici e cittadini stranieri, ora assaltato dai turisti in cerca di foto.

Una volta visto il Check point abbiamo proseguito a piedi verso il Rotes Rathaus, che letteralmente significa “municipio rosso”, è il municipio di Berlino, sede del governo della città.

Il tour de force della passeggiata non si ferma. A noi piace molto riuscire a camminare il più possibile, evitando i mezzi, per riuscire a perdersi per le vie della città e riuscire a godersi anche gli aspetti meno turistici. Dopo una pausa pranzo veloce con Bretzels e birra riprendiamo il nostro cammino.

La tappa successiva della nostra visita è al memoriale dell’olocausto. Il Memoriale per gli Ebrei assassinati d’Europa (Holocaust-Mahnmal) si trova in pieno centro a Berlino, tra la porta di Brandeburgo e Potsdamer Platz. Inaugurato il 10 maggio 2005 su progetto dell’architetto statunitense Peter Eisenmann, il monumeto sorge su un’area di oltre 19.000 mq. 

Ultima tappa della giornata è la Porta di Brandeburgo, forse il più famoso dei monumenti da visitare a Berlino. Percorrendo il suggestivo e arioso viale alberato chiamato Unter den Linden, arriverete davanti a questa imponente porta in stile neoclassico,  costruita a fine del 1700 e un tempo parte della Germania dell’Est. 

Una volta terminato questo tour per la città, ci dirigiamo verso il nostro albergo!

muro di berlino - visitare berlino - istanti in viaggio - viaggiare - fotografia - Berlino

Trova il tuo albergo qui

Leggi anche il nostro articolo su cosa vedere a Lanzarote

Visitare Berlino: giorno due

Sveglia presto e si parte in direzione centro. La prima tappa della giornata è il museo della DDR. Come evoca la stessa denominazione, l’esposizione permanente inquadra, incornicia e addensa tutto ciò che può ricordare il quarantennio della Repubblica Democratica Tedesca (1949-1990).

Un museo davvero affascinante che ti permette di immergerti in un periodo storico che ha segnato e modificato non solo la Germania. L’intera mostra è interattiva e molto scolastica ma fornisce molte informazioni davvero utili ed interessanti. Il costo del museo è di 9.80€ ma prenotando on-line il costo è di 5.50€, ecco il link.

Usciti dal museo della DDR ci siamo diretti al Palazzo del Reichstag, ovvero del parlamento, si trova praticamente al lato della Porta di Brandeburgo. Dalla cupola di vetro si ha una vista superba di tutta Berlino dall’alto. Se vi va di provare quest’esperienza (fortemente consigliata) dovete però prenotare la visita alla cupola del Reichstag  con almeno due giorni di anticipo.

L’ultima tappa della giornata è stata molto più ludica. Ci siamo diretti allo allo Zoologischer Garten di Berlino. Lo zoo più antico d’Europa (inaugurato nel 1844), nonché uno dei più attrezzati al mondo, capace di ospitare circa 14.000 esemplari di 1.400 specie diverse. Come ogni viaggio non ci facciamo mancare un giro allo zoo dove ogni volta ci facciamo incantare dagli animali. Per maggiori informazioni su orari, prezzi, mezzi pubblici e modalità di visita consultare il sito ufficialewww.zoo-berlin.de

Se siete amanti degli animali e del mondo marino, non pedetevi l’AquaDom, un acquario cilindrico in vetro acrilico di 25 m di altezza con ascensore trasparente incorporato che vi permette di immergervi all’interno di una vera e propria porzione di barriera corallina dentro ad un palazzo. Davvero suggestivo!

Visitare Berlino: giorno tre

Ci siamo diretti per fare una passeggiata sull’isola dei Musei. C’è un isolotto sul fiume Sprea, sul quale nel XII secolo sorse il primo nucleo abitato di Berlino. Oggi su questo piccolo lembo di terra sono ospitati, l’uno vicino all’altro, alcuni dei musei più importanti al mondo. Questa suggestiva zona di Berlino offre la possibilità di partire per una gita in battello sul fiume Sprea. Abbiamo quindi colto l’occasione e per concludere i nostri giorni nella capitale tedesca e vederla da un punto di vista differente, ci siamo goduti un bel tour guidato. QUI potete trovare il link ai tour con le info e i prezzi dei biglietti.

Si conclude così la nostra visita a Berlino che ci ha permesso in pochi giorni di andare alla scoperta di una delle capitali più belle d’Europa.

E voi ci siete mai stati? Fateci sapere nei commenti se ci sono altri luoghi da scoprire o consigli su questa città!

Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la
Privacy Policy

Ecco un po’ di foto