Verbania Pallanza – Lago Maggiore

Pallanza sul Lago Maggiore è una delle frazioni più importanti di Verbania. Come abbiamo raccontato in questo articolo Verbania è un comune sparso di oltre 30.000 abitanti e nasce nel 1939 dall’unione delle frazioni di Intra, Pallanza e Suna.

In questo articolo andiamo alla scoperta proprio di Pallanza, cuore pulsante della città che si affaccia sul Lago Maggiore.

Pallanza Lago Maggiore – Cosa Vedere

Scoprire Pallanza è un po’ un tuffo nel passato. Ci sono edifici storici, arte e bellezza incontaminata che si uniscono creando un gioiello sulle rive del lago.

Da sempre Pallanza è considerata un punto di riferimento del lago Maggiore; con i suoi giardini, i monumenti e la vita che da secoli scorre nelle deliziose vie del centro.

Anticamente la cittadina si divideva in due nuclei medievali denominati “la Villa” e “la Piazza”.

La Villa era situata sulle pendici della Castagnola, collina che si affaccia sul lago, mentre la piazza era la restante parte sul lungolago. La città si è sviluppata nei secoli impreziosendosi di meravigliosi luoghi da visitare.

Nella parte alta della “villa” troviamo appunto l’antica villa San Remigio e l’omonima chiesa, piccolo gioiello incastonato nella natura con affaccio sul lago.

Nella parte bassa, lungo le rive del lago, troviamo palazzi barocchi e ville che risalgono al Settecento e Ottocento. Il lungolago permette di passeggiare con una vista completa sulle proprietà della famiglia Borromeo quali la celebre l’Isola Madre e la piccola Isola di San Giovanni, quest’ultima non aperta al pubblico.

Panoramica sul lago - Pallanza - Istanti in viaggio, Pallanza Lago Maggiore

Durante le belle giornate sedersi sul lungolago ad ammirare questo panorama è sicuramente un’emozione imperdibile, magari gustando un bel gelato acquistato nelle gelaterie che popolano le vie del centro vicino al palazzo comunale. L’ottocentesco Palazzo di Città, il cui portico è formato da 32 pilastri in granito rosa di Baveno, si trova a pochi passi da Villa Giulia, rinomata villa dell’Ottocento utilizzata spesso come sede di mostre temporanee quali la mostra della Camelia ed eventi dei quali vi abbiamo parlato in questo articolo.

Tra i palazzi diventati importanti centri di ‘arte cittadina dobbiamo assolutamente citare Palazzo Viani-Dugnani. Costruito a cavallo tra il XVII e il XVIII secolo questo palazzo è diventato nel 1909 la sede del Museo del Paesaggio. Il palazzo ospita una mostra permanente dell’artista Paolo Troubetzkoy ed è sede di alcune mostre temporanee.

Da villa Giulia parte una pista ciclabile panoramica. Da qui, costeggiando il lago, è infatti possibile raggiungere la frazione di Intra. Al termine della ciclabile in direzione Intra troviamo i cancelli di Villa Taranto, il celebre giardino botanico che occupa i primi posti delle classiche dei giardini botanici belli al mondo. Al suo interno possiamo trovare una delle più importanti collezioni europee di piante esotiche. Proprio per via della sua bellezza e unicità ne abbiamo dedicato un articolo. Villa Taranto, con il suo parco – ad oggi il più grande di tutto il golfo Borromeo – rappresenta una delle maggiori attrazioni della città di Verbania.

Verbania e il Lago Maggiore rappresentano una delle destinazioni più iconiche della Penisola; non solo per i suoi paesaggi pittoreschi, ma anche grazie alla ricca fauna e flora che popolano il lago e le sue montagne limitrofe.

Verbania non è solo bella da vedere, ma anche da assaporare grazie alle molteplici specialità enogastronomiche del territorio che vanno dalla pasticceria ai piatti a base di pesce di lago e ad una selezione di vini provenienti dalle cantine dell’Ossola.

Pallanza da Fotografare

Passeggiare per le vie di questa città è piacevole e rilassante. Come avete potuto leggere le attività da fare e le attrazioni da vedere non mancano. Ma dove sono gli angoli “nascosti” e più suggestivi da fotografare?

Per ogni stagione c’è un luogo che può emozionare e regalare foto davvero uniche:

In inverno, quando cade la neve, potete provare a fotografare le barche attraccate sul lungolago ricoperte dal bianco manto con il lago e le Isole che le fanno da sfondo.

In primavera, quando la natura rinasce, entrate nei parchi delle ville di cui vi abbiamo parlato. Rimarrete piacevolmente incantati dalla bellezza dei fiori e dalla vasta gamma di colori e sfumature delle azalee in fiore.

In estate attendete il calare del sole dietro alla catena del Rosa che si vede in lontananza e godetevi i colori caldi che si riflettono nel lago. Un luogo suggestivo da cui scattare è sicuramente dal Mausoleo intitolato a Luigi Cadorna, monumento che si trova a metà strada tra il Comune e Villa Giulia.

In autunno passeggiate sul lungolago di Pallanza, davanti al palazzo di città. Lì gli alberi si tingono dei colori più caldi tipici di questa stagione. Capita che nel periodo autunnale il livello del lago si alzi fino a raggiungere il tratto pedonale. Anche questo evento ha il suo fascino e, quando torna il sole, ci consente di scattare foto suggestive fatte di colori e riflessi.

Pallanza, autunno, pallanza lago maggiore

Come arrivare a Verbania Pallanza

  • In auto: dalla A26 prendere l’uscita per Verbania. Si raggiunge Pallanza proseguendo lungo la SS34.
  • In treno: dalla stazione di Verbania-Pallanza servirsi dei mezzi pubblici direzione Verbania – Trobaso. Gli autobus effettuano tutte le fermate lungo il lago. Per il centro di Pallanza la fermata si chiama P.zza Gramsci.

Leave a Reply